Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Di riflessioni del cactus 11

Prima di partire per Bologna l'anno scorso, la Vecchia Amica che, ovviamente, stava svuotando casa, portò a Dolcezze, immersa drammaticamente nella badanza, una talea di aloe. "Era la pianta di mio padre. E' molto grande e non posso portarla con me. Ho deciso, allora, di dividerla e di regalarla a chi lo aveva conosciuto e amato; ne porterò con me un pezzetto e la ripianterò lì, sperando attecchisca di nuovo." Anche Dolcezze l'aveva piantata e messa in balcone. L'aloe ha resistito all'inverno, poi ha cominciato a seccare, probabilmente vittima del caldo torrido di quest'estate, e Dolcezze non poteva far  nulla per aiutarla: acqua, concime, cambio di terra...nessun risultato. Ormai Dolcezze aveva perso le speranze e si era rassegnata: ad un certo punto, quando si è provato proprio tutto, occorre lasciare andare. E la pianta è rimasta lì, ad appassire lentamente. Qualche giorno fa Dolcezze è uscita in balcone, col progetto di far pulizia, si è avvicinata

Ultimi post

Dei dolci di casa Dolcezze: Torta di carote e mandorle

Di cose che non vorresti mai sentire 14

Di classi nuove e di propositi

Dei dolci di casa Dolcezze: Palline di pasta di mandorle

Di cose che non vorresti mai sentire 13

Del Primo Settembre

Di ricette di recupero: pane cunzatu

Di melanzane sott’olio sciuè sciuè

Di ciambelle e riflessioni

Di ritmi vacanzieri