Di badanti (parte 3°): la novità

foto presa qui
(inutile dire chi rappresenta)


Forse questa è la più lunga assenza di Dolcezze dal suo blog, ma il periodo è stato e continua ad essere durissimo, la stanchezza ormai cronica e la voglia di raccontare frustrata dall'obbligo di continuare col cahier des doléances. Oggi, però, vi vuole dare qualche ragguaglio, perché ha bisogno di qualche pat pat sulla spalla.

Giusto per fare un breve riassunto: 

a marzo Dolcezze è caduta e si è ritrovata con una spalla rotta e due costole acciaccate;

aprile e maggio sono trascorsi fra scuola e dolorosa fisioterapia; sempre a maggio Dolcezze e Amato Bene hanno vissuto il momento più duro della loro esperienza di genitori e ancora si chiedono come siano sopravvissuti; 

giugno è stato impegnato in scrutini ed esami dei ragazzi; a metà giugno Zia 2 si è rotta il secondo femore e le frequentazioni con l'ospedale sono state quotidiane per settimane per vari accidenti;

a luglio la Genitrice ha raccolto molteplici acciacchi che hanno portato a due ricoveri e alla fuga della badante; per tutto luglio e agosto Dolcezze è stata la badante unica della Genitrice, nel caldo torrido della città, nonostante i millemila colloqui per trovare una sostituta. 

Dopo l'ennesimo diniego dell'ennesima candidata, Dolcezze, ormai stremata, ha deciso di ufficializzare la propria posizione e, per evitare di trasferirsi dalla Genitrice in pianta stabile, porterà lei a casa sua: praticamente tra qualche giorno Casa Dolcezze e Villa Arzilla coincideranno. 

Dolcezze teme l'implosione, ma è orgogliosa della sua famiglia che l'ha sopportata in questi ultimi mesi e continua a supportarla in questa scelta che sa già essere mooolto impegnativa. 

Se sopravviverà, avrà certamente molto da raccontare. 

Voi intanto, per favore, fate il tifo per lei.                                                

Commenti

  1. Io faccio senz'altro il tifo per te, con tutte le mie forze. Ma comincio seriamente a domandarmi se TU ne uscirai viva (seguono cornetti di corallo e peperoncini di doveroso scongiuro)

    RispondiElimina
  2. coraggio! ce la farai senz'altro!!

    RispondiElimina
  3. Certo che tifiamo per Te. Sopravviverai e ci racconterai. Forza!!!

    RispondiElimina
  4. hai preso una decisione molto difficile che trasformerà la tua vita e quella della tua famiglia.
    Ti sono vicina, niente pacca sulle spalle, hai già abbastanza acciacchi!!!
    Barbara

    RispondiElimina

Posta un commento