lunedì 7 maggio 2018

Di colloqui con i genitori 7


Ultima (si spera) sessione di colloqui con i genitori. Dal momento che, ormai, la scuola è dotata di registro elettronico attraverso il quale si può conoscere vita, morte e miracoli di ogni rampollo, si suppone che gli incontri con i docenti dovrebbero essere più limitati...NIENTE DI PIU' FALSO. Ci sono genitori che, con pazienza certosina, con cura meticolosa, si prenotano, mese dopo mese, per incontrare i docenti. 
C'è la mamma che racconta a Dolcezze tutte le piccole manie del figlio e chiede consiglio su come insegnargli a mettere in ordine la sua roba (peccato che Dolcezze non sia molto preparata sulla didattica dell'argomento, altrimenti l'avrebbe già esercitata in casa propria); c'è il padre che viene a lamentarsi della cucina della moglie che è troppo sapida ed è causa dell'obesità del rampollo; c'è quella che racconta le drammatiche dinamiche del suo matrimonio e così cerca giustificazione alle inadempienze del povero bambino. 
E poi, standing ovation per due meravigliose mamme.

Dopo aver tormentato per 4 anni Dolcezze sui modesti voti del figlio, arriva la famosa madre "chesadilatino"(quiqui e anche qui):
"Professoressa, come andiamo?"
"Penso che lo abbia visto sul registro, no? Andiamo meglio. L'ultimo compito è andato benino, e anche la verifica orale...ha avuto più di 7."
"Sì, ho visto. E' questo che non capisco"
"???"
"Io mi sono stufata e non l'aiuto più. Com'è possibile che adesso abbia preso 7 e prima, quando lo seguivo io chesodilatino non andasse oltre il 6?"
"..."

Ed ora la new entry, la mamma "tuttobene", presente ogni mese:
"Buongiorno, signora! Ci rivediamo!"
"E sì, professoressa! Tutto bene, vero? Isabella è proprio brava: studia sempre, lavora con costanza, i risultati sono brillanti: lei è contentissima di mia figlia, lo so. Ce ne vorrebbero tante di alunne così: educate, diligenti ed è pure tanto carina, non trova?"
"..."
"La saluto. Ormai penso che ci vedremo l'anno prossimo"
"Sì,effettivamente il ricevimento si chiude oggi..."

E meno male.

10 commenti:

  1. io allora sono una mamma tuttobene, per cui vorrei spezzare una lancia, per la mia categoria. Perchè è estremamente gratificante andare a farsi dire che va tutto bene, soprattutto nel mio caso, quando per per 3 anni hai lasciato la figlia urlante all'asilo e per altri 5 sei stata tacciata come la madre-che-se-ne-frega perchè hai insegnato l'indipendenza scolastica e il concetto di responsabilità
    Ogni tanto fa proprio piacere raccogliere i frutti
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che mi stai dando una chiave di lettura alla quale non ero arrivata? Io mi sorprendevo perché ogni mese la signora fa un'ora di anticamera per poi non lasciarmi nemmeno parlare. Grazie per la nuova prospettiva...chissà cosa c'è dietro

      Elimina
    2. io però non vado tutti i mesi eh! sono andata a parlare una sola volta con una sola prof (italiano, che è la coordinatrice della classe)
      ;-)

      Elimina
  2. Anch'io sono contenta che i colloqui sono finiti ma non tanto per sapere come va a scuola, visto che sono moooooolto consapevole che mia figlia studia ciò che ama e le altre materie va come va, ma per non sentire più le altre mamme che raccontano le meraviglie dei loro figli quando, alla fine, sono uguali agli altri!!!!
    Immagino anche che essere dall'altra parte, non sia poi così semplice.
    C'è una cosa invece che mi fa andare in bestia......
    Il fatto che ci sono elementi, per dirlo in modo educato, che fanno casino in classe rispondo male ai prof, urlano, sbraitano, caxxeggiano, guardano il telefono di soppiatto, ecc tanto da non far lavorare l'insegnante!!!!! E conclusione???????
    Vengono promossi!!!!!!!!!! O__O
    Ok!!! Scusa lo sfogo, ma mi scoccia da matti!!!!
    Forse è meglio ora che è in 3^ media??? Da settembre, le superiori....... Speriamo bene!!!!!
    Kisssssssssssssssssssss
    P.S. Scusa il poema!!! ^_____^

    RispondiElimina
  3. Ammiro il tuo autocontrollo. Io le avrei mandate a quel paese, in latino la prima, visto che lo conosce,perché non tollero la presunzione di certi genitori. Quando andavo a parlare con i professori dei miei figli io ascoltavo, mi compiacevo se venivano lodato e cercavo di capire se c'era qualche problema.Per fortuna insegno in conservatorio dove I genitori sanno che possono chiedere ma non obiettare perché se qualcuno mi dice"ma io lo sento suonare" la risposta è immediata :"... bisogna vedere cosa e come suona"
    e la discussione si esaurisce immediatamente.

    RispondiElimina
  4. Ecco, allora colgo qui l'occasione per chiedere una cosa io alla professoressa: è necessario andare a questi colloqui?
    A voi serve vederci? Sia che vada male sia che vada bene? Volete vederci?
    Se lei mi dice di no mi assolvo e me ne sto tranquilla a casa senza disturbare più nessuno.
    PS. Mia figlia va bene, non ha insufficenze nè problemi di disciplina
    Presumo che in caso contrario sareste stai voi a chiamarmi..
    Grazie

    Betty

    RispondiElimina
  5. @ Betty:da prof ti dico che i colloqui coi docenti sono importantissimi. E' importante sia per il genitore conoscere anche fisicamente colui/colei a cui è affidato il proprio figlio, cha al docente comprendere qual è il punto di partenza dell'alunno. Io, infatti, li invito sempre a venire, soprattutto nelle prime classi. Una volta, però, che ci conosciamo, che dal registro elettronico tu hai contezza dell'andamento didattico-disciplinare di tuo figlio, a meno che tu non debba informare la scuola di qualche situazione particolare, non è indispensabile venire più di una volta a quadrimestre. Io impazzisco quando alcuni genitori vengono a fare conversazione così, tanto pour parler, o quando pretendono di entrare nel merito della didattica e della valutazione. Vengono immediatamente zittiti , ma che fatica!

    @ Solsido: anni di esperienza mi hanno ormai insegnato a mantenere un autocontrollo totale ma, ripeto, che fatica!

    RispondiElimina
  6. @Betty: sì, sono importanti, almeno per noi, perché ci fanno sentire l'altra campana, ci forniscono tanti elementi utili... e poi, voi nin siete curiosi si conoscere quelle strane bestie di cui ogni tanto invostri figli parlano? Noi e voi abbiamo un interesse comune: la vostra prole!

    @Dolcezze: sono particolarmente affascinata dal caso del ragazzo che, adesso che è riuscito a levarsi dai piedi la madre, è improvvisamente migliorato. Nel suo genere è una storia bellissima ^_^

    RispondiElimina
  7. Io continuo a sostenere che i maestri sono santi e che i genitori sono una categoria dalla quale tenersi molto, ma molto lontani. Si guadagna in salute e buon umore!

    RispondiElimina