martedì 19 giugno 2018

Della mamma copertina


No, non parlo di mamme da copertina, categoria dalla quale, ahimè, sono tragicamente esclusa, ma di mamme copertina, (avete presente la coperta di Linus?).

Piccolo passo indietro: giorni fa Murasaki mi ha sfidato. Commentando un suo post sulla fine della scuola, mi riservavo di raccontare a mia volta i miei scrutini, qualora l'Erede, sotto esami, mi avesse dato un'ora libera. Lei, ASSAI MALIGNAMENTE (cit) insinuava che forse avrei dovuto io lasciare libero lui.
BIECA, BIECHISSIMA INSINUAZIONE!!! Da una settimana buona io non ho un minuto libero, altro che un'ora! L'Erede, infatti, sta preparando un esame impegnativo e chiede pretende la mia presenza. Per carità! Io non faccio nulla, lui fa tutto da solo, ma vuole che io sia in casa, in zona, pronta ad accorrere in caso di necessità. Il povero Erede bivacca in camera sua, vive tra letto e scrivania, rifiuta il conforto degli amici, non cura le sue relazioni sociali, mangia in maniera compulsiva...e anche luil'uomo fatto, vuole la sua mamma. 

Per favore, non dite che sono io la mamma oppressiva, prevaricatrice e prof. No. Io vorrei solo leggere e ricamare, possibilmente nel Buen Retiro, nella mia comoda poltrona, ascoltando gli uccellini cantare e combattendo con le zanzare. Vedo Foscolo e Montale pure in sogno e, confesso, ma non ditelo ai miei alunni, comincio ad essere allergica alla letteratura. 
Ho bisogno di un periodo di disintossicazione. 
Procuratemi degli antistaminici.



10 commenti:

  1. e non puoi leggere e ricamare mentre lui studia, se tanto fa tutto da solo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo se sono a casa ( e non nel Buen Retiro) entro in modalità casalinga e comincio a darmi alle grandi pulizie.

      Elimina
  2. Come ti capisco cara Dolcezze! Anche le mie sono sempre state così. Basta che io ci sia!
    Si arrangiano ma poi vogliono ripetermi letteratura, scienze umane, geografia ...
    Io comincio ad essere allergica a tutto! ;-)))
    Datemi un'isola deserta!!!!
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  3. Io ho risolto chiamando l'imbianchino proprio in questi giorni.
    Di conseguenza non so nemmeno dove ho le mutande, figurati se mi ricordo i giorni in cui il figlio medio faceva prima e seconda prova...
    "Mamma, ho fatto il tema su Bassani!" Io:" Eh....?Ma non era finita la scuola???"
    E pensare che con figlio grande avevo persino stampato un programma di studi IN PREPARAZIONE alla Maturità e l'avevo appeso al frigorifero..

    Todo cambia

    Ciao

    Betty

    RispondiElimina
  4. La soluzione di Betty mi sembra eccellente, e aiuta anche il candidato a non farsi ossessionare dal pensiero dell'esame.
    Per chi non ha necessità immediata di un imbianchino o non dispone di un figlio-orso... non resta che armarsi di pazienza. Augurandosi che arrivati all'università le cose cambino (coraggio, di solito cambiano).
    E naturalmente mi scuso con la cenere sul capo per i miei ingiusti e illeciti sospetti (che non erano molto seri, per la verità :) )

    RispondiElimina
  5. @ Maria: quando trovi l'isola deserta fammi sapere: ti raggiungo, ma me ne vado dall'altra parte, così ci godiamo la beata solitudo
    @ Betty: TU SEI UN GENIO! Peccato non averci pensato prima!
    @ Murasaki: mi duole ricordarti che LUI E' ALL'UNIVERSITA'. Il bello è che, quando era a scuola, non mi aveva mai chiesto aiuto. Tutto è cominciato con la Maturità: da lì è partita la mamma copertina. Dice che lo tranquillizzo...mah...

    RispondiElimina
  6. Beh, ma pure qui mi ripeto! E meno male!
    Il mio è ancora piccolo, ma già mi pare che mi scappi via.
    Godiamoci questi momenti. Sarà tutto talmente vuoto, quando se ne andranno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero...crescono in fretta, ma avranno sempre bisogno di noi...

      Elimina