venerdì 15 giugno 2018

Di incongruenze

dal web

“Cucciolo, hai lavato i denti?”
“Certo, che credi?” Io sono grande!

“Guarda che belle magliette ti ho comprato!”
“Mamma! Ormai sono grande, voglio sceglierle io le magliette!”

“Che è questa cosa che dovete andare in pizzeria da soli, senza genitori, per festeggiare la fine della scuola? Mi sembra un po’ prematuro!
“Mamma, smettila di fare storie. Solo tu ti preoccupi: ormai siamo grandi!”

E così Dolcezze si deve rassegnare al fatto che il proprio bambino pensa di essere un ragazzo che non ha bisogno dei suoi consigli non richiesti, che sceglie cosa indossare e, soprattutto, che vive l’esperienza di una serata in pizzeria coi compagni senza genitori. E poi…

Comunicazione al telegiornale locale: “Per due giorni verrà sospesa l’erogazione idrica per la risoluzione di un guasto. I cittadini sono invitati ad attrezzarsi per ridurre gli inevitabili disagi.”
Dolcezze si attiva immediatamente: “Riempiamo qualche pentola e, soprattutto, mettiamo un po’ d’acqua nella vasca da bagno”. Il rumore argentino dell’acqua corrente si diffonde per la casa e giunge alle orecchie del Cucciolo, impegnato alla Play Station: 

“Che succede?”  
“Stiamo riempiendo l’acqua: pare che domani non ne avremo.” 
“Ah…pure la vasca?” 
“Sì, non si sa mai”

Il Cucciolo si allontana furtivo, entra nella sua stanza e torna con le mani ingombre di pupazzetti di gomma di ogni specie. Entra nel bagno e socchiude la porta. Dolcezze incuriosita sbircia dalla fessura e lo vede a giocare con i pupazzetti nell’acqua. Quando dopo un po’ esce:

“Ascolta, mamma. Quando torna l’acqua, invece della doccia voglio fare un bagno coi pupazzetti. Mi sono divertito molto oggi”

E questo è il ragazzo che ormai è grande.

Coraggio, Dolcezze, per l’adolescenza c’è ancora un po’ di tempo.



8 commenti:

  1. Amoreeee, che tenerezza infinita.
    Ma quanti anni ha questo cucciolo diventato "grande"?
    Stamattina mio figlio (2 anni e mezzo) ha indicato una sua foto di quando aveva 5 mesi e ha detto: "Enzo bimbo", ovvero "Lorenzo da piccolo"..

    RispondiElimina
  2. Ciao Dolcezze, ci sono passata anch'io: vogliono essere considerati grandi ma... ogni tanto tornano piccini!

    RispondiElimina
  3. Non riesco a vedere ombra di incongruenza alcuna. Non verrai mica a dirmi che quando TU fai il bagno in vasca non giochi con le paperelle, solo perché sei adulta?

    RispondiElimina
  4. Cucciolo! Si è sempre cuccioli quando abbiamo la mamma accanto! E poi vuoi mettere come è divertente giocare coni pupazzi in vasca??? Ha fatto benissimo!!!!! E ci insegna che ci si può divertire anche con poco, basta solo la fantasia! :)

    RispondiElimina
  5. Ah ah ah cara Dolcezze. Mi sembra di vedere la mia "piccola".
    Vuole fare la grande ma, in realtà, è ancora una atona!
    Questi figli!
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  6. @ Carmen, Angela e Maria: è proprio vero...i figli sono sempre piccolo x i genitori e si sentono piccoli in presenza dei genitori. Mio padre chiamava me e mia sorella "picciridde", ed eravamo già madri di figli!
    @ Murasaki: come hai fatto a scoprirmi? Credevo fosse un segreto!
    @ Fede: concordo!

    RispondiElimina