mercoledì 13 gennaio 2016

Di ripartenze e di propositi





Ripartire è dura. Ha ragione Clara: mi è passato sopra un tir e rimettere insieme i pezzi è faticoso. Fortunatamente il tempo per pensare è poco, il lavoro tanto e le montagne di biancheria reclamano la mia presenza (e mai queste incombenze sono state più utili).
In tutto ciò ci sono pure le cose belle: il cammino universitario dell'Erede è partito bene, nonostante l'inferno di questi ultimi giorni, e il Cucciolo richiede attenzioni per il suo nono compleanno. La voglia di festeggiare è nulla, ma la sua presenza ci costringe a darci un smossa. La vita va avanti e, anche se le ferite sanguinano, si deve camminare. Facciamo quindi finta che vada tutto bene e pensiamo al futuro.

Questa esperienza mi ha ricordato che nulla è certo e stabile, 
che si deve godere di ogni attimo, 
che dobbiamo dare spazio alle cose importanti senza perdere tempo in sciocchezze, 
che nulla è più forte degli affetti, 
che non bisogna stare fermi, ma aprirsi a progetti e programmi, 
che occorre dare spazio ai sogni, 
che dobbiamo ricordarci di farci tante coccole, perché poi, alla fine,  
ciò che conta è amare: la propria famiglia, i propri amici, il proprio lavoro, i propri hobbyes, i propri libri.

Ripartiamo, allora, e grazie a tutti voi che mi siete stati vicini.

7 commenti:

  1. Nonostante tutto, inizi col piede giusto, mi sembra! Auguri (fin al 31 gennaio sono ancora in tempo!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto meno ci provo! Auguri anche a te!

      Elimina
  2. Sante parole!
    Terrò in considerazione questo decalogo molto utile!
    Forza e coraggio! Ce la possiamo fare!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Contenta di sentirti già in viaggio di nuovo <3 <3 <3

    RispondiElimina
  4. Contenta di sentirti già in viaggio di nuovo <3 <3 <3

    RispondiElimina
  5. Buona ripartenza, se pure in ritardo da parte mia, ma spero valga lo stesso...

    RispondiElimina
  6. Spesso i dolori ci fanno apprezzare ciò che troppe volte diamo per scontato.
    Buon cammino, cara amica.

    RispondiElimina