Della Laurea parte 1ª: Bomboniere

Da mesi Dolcezze rifletteva sulle bomboniere da preparare per la Laurea dell'Erede. Ormai ha deciso che, piuttosto che comprare oggettini sicuramente carini, ma esclusivamente decorativi, deve festeggiare gli eventi importanti con qualcosa di handmade e, possibilmente, utile. Poi c'è da dire che lei ama i segnalibri, che l'Erede si è laureato in Lettere e la scelta era quasi obbligata, nonostante l'idea fosse già stata sfruttata per la Prima Comunione del Cucciolo. Dolcezze voleva qualcosa di non troppo scontato, di augurale e, ovviamente, spiritoso, visto che il laureato non voleva niente di serioso. Insomma, per non tirarla per le lunghe, ecco le bomboniere!


Una coccinella di feltro tagliata con la big shot (sì, non vale, ma immaginate cosa sarebbe stato tagliarne e cucirne A MANO 100!) 


con una deliziosa codina rossa a pois




e, a chiudere, due foglie. Questa forma è funzionale a creare il pacchetto, visto che, con un sapiente "arrotolamento", il segnalibro chiude la scatolina portaconfetti senza altri ammennicoli.


Anche questa idea era già stata utilizzata da Dolcezze, ma si era trattato di pochissimi pezzi, quindi ha potuto riproporla senza problemi. 

Che ve ne pare?

Commenti

  1. Sei stata davvero creativa e bravissima. Io per la laurea dei figli non ho fatto alcuna bomboniera, oddio, che mamma disattenta! Pazienza. Buona domenica.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Wow! Wow!! Wow!!!!!!!!
    BRAVISSIMA!!!! Sono davvero stupende e che lavoro!!!!!! 👏👏👏👏👏
    Complimenti sinceri e tanti tanti auguri!!!
    Kisssssssssssssss
    P.S. pinnata!!! 😉

    RispondiElimina
  3. Troppo carine davvero! E poi le coccinelle, oltre ad essere rosse, colore adatto alle lauree, è anche un portafortuna, quindi di buon auspicio per la carriera del neo laureato.
    Bravissima! E ancora auguroni!

    RispondiElimina
  4. Hai delle mani d'oro. Bravissima!

    RispondiElimina
  5. Super Liria, davvero!
    È se te lo dico io, che odio visceralmente ogni tipo di bomboniera, significa che dono belle davvero.
    Queste di sicuro, se arrivassero a casa mia, non finirebbero nel bidone (in compagnia di tutte le altre) 😂😂😂. Sono utili, il che è abbastanza raro in questo tipo di oggetti;sono poco impegnative e sono molto divertenti.
    Brava!
    Il taglio con la Big Shot, avendone la possibilità, è imperativo in questo tipo di lavori in serie, anche solo per avere la sicurezza di avere un risultato omogeneo.

    RispondiElimina
  6. Originali e soprattutto moltooooo portafortuna. Mi pare che la coccinella abbia anche questo significato.

    RispondiElimina
  7. Bravaaaaa Dolcezze!!! Ottimo lavoro!!😊

    RispondiElimina
  8. Complimenti per questa bellissima idea... le coccinelle, secondo me, hanno sempre un suo fascino. E' un bellissimo ricordo...

    RispondiElimina
  9. @ tutti: grazie! Sono contenta che vi piacciano: la Genitrice non è molto convinta...

    RispondiElimina
  10. Perché "non vale"? Conta il risultato, non c'è niente di lodevole nel consumarsi occhi e mani se non è necessario. E il risultato è spettacolare davvero, oltre a risultare un eccellente portafortuna come ti han fatto notare.
    E quasi quasi mi prendo una seconda laurea per farmi fare le bomboniere da te (da noi non usano, credo, e già tutti trovammo un po' esagerata l'unica amica che ci offrì i confetti rossi)!

    RispondiElimina
  11. E secondo me è venuto molto meglissimo in questa versione che con le margherite.

    RispondiElimina
  12. Complimenti davvero bella la coccinella e appropriata come segno beneaugurale

    RispondiElimina

Posta un commento