giovedì 8 novembre 2018

Delle cronache di Villa Arzilla 35

continua da qui



La giornata di visite mediche di Dolcezze e Genitrice inizia alle 7.00:
"A che punto sei, Dolcezze? Io sono pronta"
"Ehm...l'appuntamento è per le 9.00. Devo prima sistemare il bambino. Ti passo a prendere alle 8.00"
"Così tardi? Va beeeeneeee"
Esattamente mezz'ora dopo:
"Io comincio ad uscire, sai che perdo tempo a fare le scale"
"VA BENE".
Alle 8.00 le due allegre pulzelle sono già per strada. Arrivati in ospedale: 
"Forse sarebbe il caso prendere una sedia a rotelle, se no ti stanchi troppo. Vado a cercarne una."
Così Dolcezze comincia un tour per i gironi infernali dell'ospedale, mandata da Erode a Pilato finché raggiunge lo sportello deputato. Consegna la carta di identità a caparra, prende una sedia che sicuramente ha visto il boom economico e comincia la risalita. Peccato che le ruote siano inceppate e difficili da controllare e Dolcezze debba fare una fatica allucinante per non azzoppare i malcapitati che le vengono incontro.
Arriva finalmente all'ascensore, grondando sudore come se avesse corso i cento metri, pigia il pulsante  del piano dove ha lasciato la Genitrice e, quando si aprono le porte, se la trova davanti comodamente sistemata su una SEDIA A ROTELLE.
"Ma come hai fatto? A me non l'avevano voluta dare al piano e mi hanno mandato all'ufficio preposto...e a te sì?"
"Eh, cara Dolcezze, io ho le gambe che non funzionano, ma il resto va benissimo!"
E siccome al danno si è aggiunta la beffa, Dolcezze riprende la sua odissea per restituire la sedia "vintage" e recuperare il suo documento, mentre la Genitrice intrattiene conversazione con tutti i suoi compagni in sala d'attesa. 

Alla fine della giostra Genitrice ha lasciato un po' del suo sangue e recuperato l'ennesima richiesta di visita con un nuovo specialista. In dieci giorni ha incontrato: reumatologo, ortopedico, ematologo, neurologo, nefrologo. 
Manca solo lo psichiatra. 

Per Dolcezze.

3 commenti:

  1. Lo psichiatra é per te, naturalmente
    Bella la sedia che ha visto il boom economico, mi hai strappato una risata. La prossima volta, siediti e lascia condurre le trattative alla Genitrice. 😂😂😂😂😂

    RispondiElimina
  2. Ah ah ah cara Dolcezze! Mi sa che più che di uno psichiatra avresti bisogno di una bella vacanza! ;-)))
    E tua mamma ... un mito!
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  3. Concordo con l'amica Maria: una super vacanza per te oppure... mandare in vacanza la genitrice!

    RispondiElimina