martedì 26 settembre 2017

Di traduzioni creative

Dolcezze ha creato un account Instagram e ha scoperto una nuova passione per la fotografia. Niente di che, per carità...non ha certo imparato a fare foto, né ha un buon telefono, ma ha cominciato a pubblicare quello che la colpisce, i libri che legge o le sue "creazioni" e , durante la mezza pennichella postprandiale, va a curiosare nei profili di chi mette il mi piace alle sue foto. Vede così paesaggi mozzafiato, piatti appetitosi con presentazioni da ristorante a cinque stelle, gran copia di libri e altre amene piacevolezze. 
Oggi, però, il suo occhio "professionale" si è posato su un account, con motto in latino:

Nota qualche imprecisione, ma apprezza lo sforzo. Del resto la frase originaria "Ubi Caius ibi Caia"* è bellissima e lei l'ha sempre apprezzata. La ragazza dell'account evidentemente è innamorata e vedere un po' di latino, anche se un pelino storpiato, usato da una persona giovane le dà un po' di speranza per la sopravvivenza dellla lingua di Roma.  
Poi,  per gioco, pigia su "visualizza traduzione"...ed ecco la sorpresa
Dolcezze ha visto molte "traduzioni creative" da parte dei suoi alunni (e anche dei suoi figli), ma questa proprio non l'ha capita.



*Si tratta della formula nuziale romana: "Dove sei tu Caio, lì sono io Caia", che indica la comunione di vita che gli sposi devono costruire

9 commenti:

  1. Si svela come narcisista Gaia. Penso.

    RispondiElimina
  2. Sì, ok il narcisismo di gaia.. ma da dove vengono le patate? La questione mi ha affascinato.. Non ne vengo a capo...

    RispondiElimina
  3. "Patate" in siciliano è un vocativo che sta per "niente", "cosa di poco valore", quindi ipotizzo che sia un modo per negare quanto affermato prima. La signorina Gaia non sposa Gaio, è invece una zitella narcisa. Felice? Infelice? Boh!

    RispondiElimina
  4. Questa traduzione è inquietante 😂😂😂 e mi sa che le nostre interpretazioni sono meglio dell'originale!

    RispondiElimina
  5. Io proprio non capisco come le traduzioni dei più comuni traduttori online possano essere così sbagliate. Nella maggior parte dei casi lo sono al punto da essere incomprensibili. Io sconsiglio sempre ai miei alunni di utilizzarli. Nello sbagliare sono decisamente più bravi e spiritosi loro.
    Bacioni,
    Rosa

    RispondiElimina
  6. Ma, scusate: non potrebbe essere che la fanciulla sia lesbica e festeggi sì l'amore, ma il suo amore al femminile? D'accordo, anche così è una citazione un po' approssimativa, ma se non altro spiega una certa prevalenza femminile nella coppia...

    RispondiElimina
  7. Secondo me è semplicemente "scecca ca cuda", come si dice in siciliano per indicare una persona totalmente priva di capacità

    RispondiElimina
  8. @ tutti: grazie per il vostro contributo, ma io continuo a non venire a capo di siffatta traduzione

    RispondiElimina