Di partenze e di ripartenze




La Zia è partita. Ha aspettato che Dolcezze rientrasse al Paese dopo i consigli di classe, ha atteso che lei le prendesse la mano e le accarezzasse la fronte ed è andata via, lasciandola insieme con un senso di vuoto e di pienezza. Nel dolore della separazione c'è stata la gioia della festa, delle campane e della chiesa addobbata di palme, per celebrare anche la sua di entrata a Gerusalemme. 
Ora bisognerà ripartire, riorganizzare Villa Arzilla 2, che manifesta ulteriori segni di cedimento, sostenere Zia 2 e, nel contempo, occuparsi della Sede Centrale. 

E' un periodo complicato e Dolcezze è così prostrata che non riesce proprio ad usare i suoi superpoteri, anzi non sa più fare nulla. 

Abbiate un po' di pazienza, ha bisogno di un po' di tempo per ricominciare. Del resto domenica sarà Pasqua.

Commenti

  1. Mi dispiace, Dolcezze. Mi dispiace per questa partenza. E per te...pian piano riprenderai la tua vita, con un senso di pienezza e di vuoto, ma la riprenderai. Ti abbraccio virtualmente. Che la Pasqua ti porti serenità...

    RispondiElimina
  2. Mi spiace molto, questo tipo di partenze non dovrebbe mai arrivare, ma così è la vita e tu devi essere serena, hai potuto tenere stretta la mano della zia fino all'ultimo istante.
    Ti abbraccio e ti auguro una serena Pasqua

    RispondiElimina
  3. Moriamo e nasciamo nel quotidiano ripetutamente; talvolta il silenzio dura molto giorni, poi pian piano rinascerai e sarà anche per te pasqua. forza!

    RispondiElimina
  4. Mi dispiace...un abbraccio affettuoso
    Carmen

    RispondiElimina
  5. Ti sono vicina carissima Dolcezze e ti auguro di riuscire a vivere una Santa Pasqua serena nonostante tutto.
    Un forte abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  6. Io ti abbraccio, ti ringrazio per essermi stata così vicino in questi mesi e ti auguro una buona transizione. Si sa che Aprile è il più crudele dei mesi, ma ormai Pasqua è alle porte e si sa che in questi giorni magici tutte le porte si spalancano ^_^

    RispondiElimina
  7. Capisco bene le complicazioni e auguro una buona Pasqua a te e alla tua famiglia!

    RispondiElimina
  8. Cara, leggo solo adesso. Mi dispiace davvero tanto. spero che la Pasqua ti porti consolazione. Un grande abbraccio,
    Rosa

    RispondiElimina
  9. Un abbraccio e mai come in questo momento mi sento di dirti: buona Pasqua, con tutto quel che significa. :-*

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti per l'affetto. Quest'anno la Pasqua ha assunto forme più intense e sentite. E' difficile ripartire, ma è doveroso. Un bacio a tutti voi

    RispondiElimina
  11. Mi spiace molto un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento