giovedì 1 settembre 2016

Dei fiori del mare (e di barchette)

Questa è stata decisamente un’estate anomala per Dolcezze. 
Il Buen Retiro, più che residenza estiva, è stato stazione di posta, le valigie non sono state mai completamente svuotate, la famiglia è stata raramente al completo, la casa di città è rimasta aperta, si è andati e venuti con tutti i mezzi, si è mangiato, dormito, andato al mare, ma tutto in maniera slegata, quasi casuale.
In tutto una certezza: il Cucciolo. Lui c’è stato sempre, con la sua inesauribile vitalità e con la sua vivacità incontenibile. 
Finché c’è stato lo sfogo del mare tutto bene e Dolcezze si è potuta permettere le spanciate di libri che le hanno permesso di recuperare il tempo perso quest’inverno, ma col tempo brutto…sono guai! 

“Che faccio? Mi annoio!“
“Leggi un libro o un Topolino…” 
”Li conosco a memoria!” 
“Guarda la televisione, disegna, dormi…” 
”Voglio fare qualcosa. Cosa posso fare? Giochiamo insieme?” 
E lì parte l’idea: 
“Facciamo qualcosa con i sassolini che hai preso al mare!” 

Il progetto prende forma. Si recuperano i sassi, sparsi nelle varie borse, si lavano per bene e si fanno asciugare, poi cominciano le prove su carta, immediatamente fotografate per non dimenticare le forme ottenute. Si prende poi il cartoncino e la colla e si bloccano…
Due cornici, frutto dell’ultima tornata all’Ikea, e questi sono i frutti:


Qui il particolare




Cucciolo felice e orgoglioso e tanta voglia di creare ancora. 

Peccato che ormai sia ora di tornare a casa.

2 commenti:

  1. Degno figlio di sua madre ^__^

    RispondiElimina
  2. Deliziosi! Saranno sempre lì a ricordarvi questa bellissima estate passata insieme, tu e il Cucciolo, quasi sempre tete à tete.
    Un bacione,
    Rosa

    RispondiElimina