domenica 25 ottobre 2015

Del procrastinatore ( e di Geni)


Quinto Fabio Massimo è passato alla storia come Cunctator, il Temporeggiatore. La storia ci dice che la sua tattica, non sempre compresa dai suoi contemporanei, fu, in realtà, utile a sfiancare Annibale e che il cambio di strategia portò alla più disastrosa sconfitta dell'esercito romano in campo di battaglia. 
Fa costantemente riferimento a questo illustre personaggio storico il protagonista di oggi: il PROCRASTINATORE. 

Il procrastinatore (neologismo coniato ad hoc) è un fermo sostenitore del "non fare oggi quello che puoi fare domani" e del '"meglio la gallina domani che l'uovo oggi (se devo andare al pollaio per prenderlo)". Il motto del suo stemma nobiliare è "POI".

"Partiamo?" "In estate? C'è troppo caldo!" (varianti: "In inverno? Con questo freddo?" "In primavera? Ma c'è troppa gente in giro!"" In autunno? Ma il tempo è troppo incerto!")
"Hai chiesto le ferie?" "Ora? Lo faccio domani"
"Prenotiamo l'aereo per le vacanze? " "Ora? Non è meglio aspettare la conferma delle ferie?" (vedi sopra)
"Andiamo al cinema?" "Oggi? Non è meglio andare domani?"
"Vai a fare la spesa tu?" "No, è meglio che la facciamo insieme!""Ma io ora non posso!" "E allora andiamo poi"
"Devi comprarti i pantaloni nuovi, usciamo?" "Oggi? No, oggi no, non me la sento...andiamo un'altra volta".
I frutti di questa strategia sono ovvi: niente posti in aereo, vacanze rimandate sine die, vestiti troppo larghi o troppo stretti, visioni cinematografiche ridotte al minimo e, ovviamente, obiettivo realizzato: si sfianca il nemico, specie se questo è, invece, un tipo deciso.

L'unica certezza è che, effettivamente, questa strategia impedisce il tracollo delle finanze familiari e, quindi, si evita Canne. 

Ma Annibale stavolta non perderà tempo ad aspettare: attaccherà direttamente Roma. 
Forse la storia avrà uno sviluppo diverso.

Vi faremo sapere.

Special Guest:...indovina un po'


...e siccome certi malanni sono contagiosi, anch'io ho rimandato il mio contributo a " I wish, il tag dei desideri" che parte dal blog Racconti dal passato e al quale sono stata invitata dalla deliziosa Fabiola (Grazie!).
 
 
 
In che consiste? Praticamente posso esprimere 3 desideri e da questa lampada  uscirà un Genio che li realizzerà. 
Allora, dal momento che la pace nel mondo, la sparizione della fame e delle malattie, la salute di Villa Arzilla e della Tribù, oltre che il lavoro per tutti pare non siano sua competenza , mi limiterò a cose piccole e sciocche:
  1. la Provenza, la Provenza, la Provenza (sono 10 anni che lo dico, ma quanto detto sopra fa capire quello che ci vuole, uffffff!)
  2. tre giorni, due giorni, un giorno  un pomeriggio di riposo e silenzio assoluto, per dedicarmi tranquillamente a quanto mi aggrada (e sì...è un desiderio!)
  3. perdere i 5 chiletti che ho preso in questi ultimi 2 anni (e qui veramente c'è bisogno di una spintarella da Genio!)
Ecco le regole del tag, che vanno ricordate:

1) Usare l'immagine della lampada
2) Citare l'ideatrice del tag: Racconti dal passato
3) Ringraziare chi ti ha nominato (già fatto)
4) Citare a mia volta 5 o più blog : e io passo la lampada a...chiunque abbia voglia di parlarci dei suoi desideri.

Avanti! Non siate timidi!
 

9 commenti:

  1. Per un attimo dal titolo avevo pensato ai geni plurale di gene e non di genii plurale di genio, pensavo dunque a una sorta di ereditarietà del procrastinare. E' un aspetto che davvero non mi appartiene, come dice la definizione, temo Bianconiglio, ma (= proprio per questo) non sono mai in ritardo, in ogni senso. Auguri per i tuoi desideri, allora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente procrastinare non è neanche nel mio carattere:una mia amica mi chiama "Pensiero e azione"...
      Ti confesso che non avevo badato alla possibile confusione (genii comunque non l'avrei considerato,visto che ormai la forma è in disuso). Che lingua complessa la nostra! ;-)

      Elimina
    2. Sì anche io non la uso mai. E anche io sono molto mazziniana!

      Elimina
  2. Che fatica questi uomini!!!!
    Un po' di sana iniziativa e qualche vaffa....?
    Mettilo di fronte al fatto compiuto,almeno una volta,anche per una fesseria e vedi che effetto gli fa
    Almeno potrai dire"ci ho provato"

    RispondiElimina
  3. Beh il marito andrebbe un po' tirato per le orecchie! Procrastina anche tu, non stirare le sue cose e non fare più niente per lui ;D
    Potrebbe funzionare (ché poi sono la prima a non aver mai provato se funziona, ma credo che come tattica sia valida... credo)

    Maira

    RispondiElimina
  4. @ Solsido: certo che tu sei un tipo pacifico e conciliatore...Comunque ho esattamente intenzione di fare questo
    @ Maira: sai che a questo non avevo pensato? Potrebbe essere un'idea!

    RispondiElimina
  5. Non c'è il sonoro e quindi i miei sospironi mentre leggo questo post non si possono sentire...

    RispondiElimina
  6. hahahahahaha
    Mi hai fatto morire dalle risate... in effetti Maira non ha tutti i torti! Bisogna che cambi strategia!
    I tuoi desideri il Genio non avrà difficoltà ad esaudirli dai!
    Un super abbraccio <3

    RispondiElimina
  7. @ Assia: compagna al duolo?
    @ Fabiola: Speriamo! ;-)

    RispondiElimina