domenica 29 marzo 2015

Di cita-un-libro #ioleggoperché- 7

Impegnativo il tema proposto oggi da Murasaki (vincitrice settimanale del giochino della povna), impegnativo e bellissimo, e non potevo saltare anche stavolta, nonostante la giornata impegnativa e la difficile ripresa dal pranzo a casa della cognata.
Murasaki ha scelto come tema la Morte che, a suo dire, si intona bene alla settimana che comincia oggi. Su questo punto, veramente, non sono d'accordo, perché per me questa settimana è proiettata verso la Vita, più che verso la Morte ma, siccome sono un'alunna diligente, svolgo il compito che mi è stato assegnato. 

L'argomento si presta e io sono stata molto in dubbio...alla fine ho deciso per una citazione da uno dei "miei" libri:


ma non posso non proporvi anche l'altra che avevo postato, perché mi sono care entrambe


Ho  sempre pensato che l'immagine del Principe, che trova la signora bramata da sempre più bella di come l'avesse mai immaginata, e del tenente Drogo, che si assesta il colletto dell'uniforme per riceverla, siano fra le descrizioni dell'incontro con la morte più belle che siano mai state scritte.

(il tutto nell'ambito di #ioleggoperché)

8 commenti:

  1. Effettivamente, bellissime entrambe. E bene che ce l'hai fatta, cara. Sul tema e la settimana: la liturgia del venerdì santo, in termini di immaginario, colonizza da sempre la settimana santa molto più della domenica, nella quale si celebra la vita come vittoria sulla morte ed evento eccezionale e salvifico. Più in tema di così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se parliamo di immaginario, hai sicuramente ragione, ma in un'ottica di fede non ci si ferma al venerdì, ma ci si proietta verso la domenica.
      Sulle citazioni, le trovo bellissime, perché rasserenanti, anche se non viste attraverso lo sguardo della fede.

      Elimina
  2. mi avessero chiesto, avrei indicato anche io buzzati.
    ma che bella questa iniziativa..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima, infatti...ma siamo alla puntata numero 7! Allora è vero che mi trascuri ;-)

      Elimina
  3. Sono davvero belle entrambe, le tue citazioni. E' vero che l'immaginario popolare, come dice la 'povna, specie in passato è stato molto ispirato al Venerdì Santo, pensa alle processioni in costume e alle rappresentazioni della Via Crucis. Io sono comunque d'accordo con te che la Resurrezione è la festa delle feste, per un credente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il punto di partenza e il punto di arrivo. Grazie per il tuo contributo

      Elimina
  4. Converrai però che solo ciò che è morto può resuscitare!
    Pasqua è una festa di primavera, dove si festeggia la nuova vita nata dalle ceneri delle vite passate - perché la vita e la morte sono due diversi aspetti della stessa cosa. Ciò che muore continua a vivere in forme diverse, ciò che è vivo vive grazie a ciò che è morto. La vita racchiude la morte e la morte racchiude in sé la vita - la morte non è una categoria a parte, e questo nella festa cristiana di Pasqua è molto ben rappresentato. Quando ho parlato di calendario, non intendevo solo il calendario liturgico ma anche quello astronomico (e infatti la mia seconda canzone è un brano del Messiah che riporta il passo biblico "Morte, dov'è la tua vittoria?").
    Mi disopiace se ti sei sentita in obbligo di censurare la parte legata alla resurrezione, o alla rinascita - o meglio, mi dispiacerebbe se le due citazionin che hai scelto non fossero così belle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non intendevo che il tuo tema non fosse "pertinente", ma che io non riesco a fermarmi al venerdì, come dicevo sopra alla Povna. Certamente la Risurrezione non esisterebbe senza la Passione come la Pasqua ebraica senza la schiavitù in Egitto, ma l'esperienza della Liberazione (dalla schiavitù e dalla morte) è talmente "liberante" che, per me, prevale l'aspetto gioioso.
      Fatta questa premessa, le citazioni che ho scelto, come dicevo sopra, evidenziano la serenità di una fine che per me è principio, anche se nei romanzi citati, quest'aspetto non è previsto. Grazie di nuovo per la proposta

      Elimina