giovedì 13 novembre 2014

Di un anno di blog



Ieri questo blog ha compiuto un anno e sono tanto distratta che me ne sono accorta per caso, anche se la forzata permanenza* a casa mi ha dato più tempo da dedicargli. Si vede che sono proprio una blogger attenta! 
Bene, i blog seri organizzano feste, ricchi premi e cotillons, meravigliose celebrazioni...io, molto più semplicemente farò due conti.

Cosa mi aveva spinto ad aprire questo blog?   Fondamentalmente il desiderio di condividere quella parte della mia vita fatta di creatività, ricami e lavori vari che non trovava molto spazio nel mio giro di amicizie e che avevo visto essere in rete molto presente. Nella realtà il mio blog è diventato una sorta di zibaldone in cui, senza nessun ordine ( e, me lo dico da sola, senza nessuna logica!) si sono affollati pensieri, riflessioni, considerazioni, lagne, libri e...poche creazioni. Insomma, il blog ha seguito una via tutta sua, non programmata da me, ed è diventato una sorta di specchio della mia personalità, disordinata e straripante nelle direzioni più svariate. 
Non era previsto, ma qui, effettivamente, è entrato molto della mia vita: la famiglia, la scuola, le letture e, di straforo, qualche mio lavoro.
E adesso un piccolo bilancio:
PRO: 
ho trovato il mio spazio per parlare di quello che mi andava senza rompere l'anima alla solita amica;
ho conosciuto, anche se virtualmente, persone diverse e provenienti da realtà diverse, e ciò è stato sicuramente uno stimolo al confronto, allo scambio di opinioni, alla riflessione;
mi sono divertita a parlare di adolescenti (riprenderò, non temete, è un continuo work in progress!) e ho fissato su carta (virtuale) ricordi, persone e pensieri che, altrimenti, sarebbero, forse, spariti con me.

CONTRO: 
il blog richiede tempo. Io di tempo ne ho poco e il tempo impegnato per lui è stato sottratto ai miei lavori creativi, che sono diminuiti in quantità e in "peso".

COSA HO IMPARATO: 
il computer, che prima era un conoscente, è ora diventato, se non un amico, almeno un vicino di casa.

COSA NON HO IMPARATO: 
a fare foto decenti
a modificare l'aspetto del blog
ad inserire banner (se ci riesco una volta, poi dimentico come si fa, uff!!!).

COSA HO DA DIRE:   
GRAZIE a chi perde un po' del suo tempo per leggere i miei deliri e lasciarmi un segno del suo passaggio. 


*ho una meravigliosa cavaglia sexy, grazie ad un tentativo di volo (dalle scale) mal riuscito


9 commenti:

  1. AUGURI!!!
    Mi spiace molto per la tua caviglia! Cerca di riposare.
    Per quanto riguarda il blog, io ti leggo sempre volentieri. Sono d'accordo con te che seguirlo porta via tanto tempo rubato ad altro (io alla lettura e all'ordine in casa!). Ma dà anche tanta soddisfazione e ti permette di incontrare persone con cui condividere le passioni.
    Aspettiamo di vedere, allora, qualche tuo lavoro creativo!
    Un forte abbraccio Maria

    RispondiElimina
  2. Evvivaaaaaaaaaaaaaaaaa (non per la caviglia!).
    A me piace molto il tuo blog, anche se è uno zibaldone.
    Mi piacciono le tue recensioni sui libri che leggi, che invogliano davvero a metterli in lista.
    Mi piacciono le tue analisi attente della natura umana.
    Mi piace, quando apri le porte sui tuoi ricordi ... pare di entrare in un libro.
    Mi piacciono le tue ricettine, che paiono uscite dalla cucina della nonna.
    Mi piace come scrivi. E basta!
    Continua ad allietarci così!

    RispondiElimina
  3. Auguri al tuo blog e anche a te che sicuramente, anche senza accorgertene, sei cresciuta tanto in questo periodo.

    Maira

    RispondiElimina
  4. Essendo la più assidua commentatrice del tuo blog ti e mi faccio gli auguri.

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte per gli auguri e per la costanza e l'affetto con cui mi seguite.
    @ Solsido: allora auguri anche a te...e complimenti per la resistenza!

    RispondiElimina
  6. no, dico.. ma ti ricordi le difficoltà ch avevi i primi tempi??? e guarda un po' dove sei arrivata... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. ..e senza di te non sarei mai partita! Un grazie speciale a te che mi hai incoraggiata!

      Elimina
  7. Intanto, buon comple-blog, che le ricorrenze sono importanti. E poi, è vero, in qualche modo i blog hanno anche una vita propria! Piacere di averti conosciuto, grazie alle sintonie della rete!

    RispondiElimina