lunedì 15 settembre 2014

Di inizio scuola e dei dolori della giovane(?) madre



immagine presa qui

Settembre, andiamo. E’ tempo di…tornare a scuola.

Dopo un anticipo (i miei grandi hanno ripreso già martedì scorso), oggi ripartiamo io e il Cucciolo, lui sveglio e in piedi dalle 6.00, docciato, vestito e pronto dalle 7.00, seduto a guardare cartoni animati muovendo nervosamente i piedi, tutto attento a non sporcare la sua tenuta da primo giorno di scuola.  Da domani, lo so, ricominciamo con jeans e maglietta, ma oggi è vestito da Piccolo Lord (e ovviamente ha scelto lui!). Quest’anno entra in III elementare e il suo entusiasmo è legato al fatto che da quest’anno avranno la LIM* in classe e questo lo esalta.
I grandi hanno cominciato a spron battuto e, dopo soli 5 giorni, sono arrivati al sabato stremati, tanto da rimanere nel fine settimana a casa a dormire e anticipare compiti.

Inutile dire che sono già entrata in servizio correzione e ripetizione.

Considerato che la somma di Erede (III Liceo Classico), Stella (I Liceo Classico), Cucciolo (III elementare), cattedra mia (3 ital, 2 Lat e 1  V)= MORTE CERTA, capirete bene che mi sento una cordicella al collo che stringe, stringe, stringe…e già boccheggio.

Ergo: se a “Chi l’ha visto?” sentirete di un’insegnante, madre di 3 figli, che è sparita nel tragitto per andare a scuola…non accusate l’Amato Bene di uxoricidio e soppressione del cadavere, non pensate ad un Serial Killer che imperversa nel mio territorio ma, soprattutto,…
NON VENITEMI A CERCARE!!!


*Lavagna interattiva multimediale


 

9 commenti:

  1. ...come promesso "di là", fingeremo di non sapere nulla, hihihi...
    però, che inizio schiacciasassi! O.o

    RispondiElimina
  2. E per farti soffrire ulteriormente pensa che c'è gente(io)che comincerà le lezioni a novembre....

    RispondiElimina
  3. Che bel regalino che ti hanno fatto... Io ho imparato a dire qualche no, ciò nonostante, oggi pomeriggio, mentre salutavo il mio amico Ohibò di passaggio nella piccola città, tra un treno e l'altro, dopo essere rientrata da scuola due ore dopo la fine delle lezioni, ho avuto dodici (dodici) telefonate di lavoro. Ed era, lo giuro, una giornata assai tranquilla, rispetto alla media. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  4. @ Carla: Sigh! Sob!
    @Solsido: in quali forme vuoi che ti manifesti la mia invidia nera e il mio odio mortale?
    @ Povna: Se esistesse la possibilità di conferire con l' Autorità Massima, forse si potrebbe tentare di dire qualche no. Ma ciò è impossibile ai comuni mortali, per tutta una serie di motivi incomprensibili ai più.
    In bocca al lupo anche a te!

    RispondiElimina
  5. Dai che ce la puoi fare!
    Tieni duro!
    Un forte abbraccio Maria

    RispondiElimina
  6. La mia Massima Autorità e' massima anche in un altro settore.
    Mi piacerebbe sapere perché appena poggiano il loro prezioso sederino su una certa poltrona le persone si trasformano e diventano iene sanguinarie e vendicative.
    Andreotti diceva che il potere logora chi non ce l'ha ma se si limitasse a logorare ce ne faremmo una ragione.

    RispondiElimina
  7. @ Maria: grazie per l'incoraggiamento
    @Solsido: determinate poltrone hanno di serie la funzione "dimenticodiesserestatocollegaefaccioquellochemipare"

    RispondiElimina