martedì 23 settembre 2014

Di gabbi e vendette della Sorte

Mia Nonna, che parlava con proverbi, come Padron 'Ntoni dei Malavoglia, usava spesso un'espressione dialettale " 'U iabbu arriva, 'a iastima no",  ("Il gabbo arriva, la bestemmia no"), il cui significato è "Se prendi in giro qualcuno per qualcosa, sta' attento, perché questo gabbo tornerà a te, perché tu incapperai nello stesso giudizio; se, invece, mandi maledizioni contro qualcuno, sta' certo che non gli arriveranno". In altre parole, non esprimere giudizi malevoli contro gli altri, perché "nessuno può dire: di quest'acqua non ne bevo." 

Questa premessa per spiegare cosa mi è capitato.

Come penso sia chiaro, le mie dissertazioni sugli adolescenti partono dall'osservazione di figli e amici dei figli, oltre che di alunni. Ovviamente ho una serie di modelli pressocché infinita, e colgo gli spunti che ho quotidianamente sotto gli occhi.
Bene, quando ho parlato dell'Adolescente musicofilo  avevo come ispiratore mio figlio, per le sue cuffie e le orribili magliette, e il suo amico del cuore come improbabile suonatore di chitarra elettrica, regalatagli dai compagni di classe per i 18 anni.
Quando l'Erede aveva organizzato la raccolta fondi tra gli amici per l'acquisto dello strumento, avevo ridacchiato al pensiero della faccia della madre all'arrivo della chitarra e dell'amplificatore e avevo sghignazzato ai di lei resoconti sull'unico accordo suonato all'infinito.

Secondo voi, cos'hanno regalato a mio figlio per i suoi 18 anni?




6 commenti:

  1. Sempre i nostri avi:"cu jabba 'ncappa".
    Traduzione (approssimativa ):chi gode delle disgrazie altrui o emette giudizi affrettati avrà lo stesso di ritorno.
    Condoglianze vivissime per l'avvento del mostro.

    RispondiElimina
  2. Ah, ah, ah ,... scusa, ma te la sei proprio cercata!!!
    Naturalmente attendiamo cronaca dettagliata dei primi concerti!!

    RispondiElimina
  3. ahahahahah!!! Ricordo perfettamente quando comprai la mia innocentissima chitarra classica contro la volontà di mia madre! Non riuscivo proprio a capire perché non volesse che imparassi a strimpellare da autodidatta, tanto che comprai la chitarra coi miei risparmi a soli 40€ e quasi di nascosto! Ora invece capisco molte cose, e soprattutto perché amava usare l'espressione "grattare formaggio" quando mi esercitavo per ore sullo stesso accordo....
    ... beh, i problemi di cui sopra in questo caso sono AMPLIFICATI in tutti i sensi!!! :D

    RispondiElimina
  4. @ Solsido: grazie per la comprensione. Effettivamente sono a "lutto"
    @ Squitty: Certamente, cara. Spero negli impegni di studio della maturità per rimandare un po' il piacere dell'ascolto
    @ Therese:Anch'io "grattavo" sulla chitarra ed effettivamente ho imparato da autodidatta. Ma io mi aiutavo con la voce...e suonavo piano...Lui è stonato come una campana...e l'amplificatore...o mein Gott!!!!

    RispondiElimina
  5. A dire il vero non è una chitarra, è un basso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi che non ko sappia? Mi è stato fatto un corso accelerato!;-)

      Elimina