sabato 7 dicembre 2013

Del tempo che passa

No, non è un post lagnoso sulle prime rughe guardandosi allo specchio o sui primi capelli bianchi.  E' UN POST SUL TEMPO PERSO.

Io sono insopportabile. La mia parola d'ordine è "veloce!" .
Odio perdere tempo.
Odio stare ad aspettare in coda alla cassa del supermercato.
Odio stazionare davanti alla scuola del Cucciolo in attesa che lui esca.
Odio attendere dal medico, dal dentista o alle Poste e, per questo, mi sono ingegnata con migliaia di attività. Passiamo dal libro all'uncinetto a, ora, al telefonino.
Ho sfidato la facile ironia di chi mi guardava sogghignando  mentre, in attesa del parto di mia sorella, io uncinettavo allegramente. Ottimo (e costruttivo) antistress
Non riesco nemmeno a guardare la televisione; io la ascolto, mentre le mie mani e i miei occhi sono impegnati in altro e, di tanto in tanto, alzo lo sguardo.
Questo perché ODIO PERDERE TEMPO, perché TEMPUS RUIT, per dirla con Seneca.

La lunga e noiosa premessa serve per introdurre il mio dramma di questi giorni.
La mia scuola, come tante, è occupata e, quindi, non si può fare lezione. Noi siamo confinati nell'ala "disoccupata" a fare...NULLA!
Ora, premesso che:
- dopo il primo giorno non è che tu abbia molti  argomenti di conversazione con i tuoi colleghi;
- per quanto ci provi, non riesci a concentrarti per leggere o correggere compiti;
- l'uncinetto può apparire poco professionale
...SI PUO' IMMAGINARE COME MI SENTO?
E il tutto segue una logica: tu sei pagato per andare a scuola, quindi stai a scuola . ALT! Io sono pagata per insegnare, non per fare conversazione.  
Il mio tempo è prezioso, perché, appunto, TEMPUS RUIT... e chi lo riprende più?
Immaginate dei medici in un ospedale senza malati, dei bancari in un'agenzia senza denaro liquido e connessione internet, dei commessi in un negozio privo di merci?
Eppure noi dobbiamo stare lì.

Sic stantibus rebus, mi sono ingegnata a creare un elenco di attività da proporre  all'Honesta Brigata per occupare utilmente il tempo:
- torneo di briscola e tombola per allenarsi (visto il periodo);
- karaoke con trenino finale (per prepararsi a Capodanno);
- scuola di cucina con scambio di ricette per il pranzo delle feste;
- gara di imitatori e barzellettieri (per imparare ad  intrattenere gli ospiti)
il tutto, condito da ricchi premi e cotillons.

Ovviamente si accettano altre proposte.

5 commenti:

  1. seminario integrato sul registro elettronico ed i suoi possibili mille utilizzi..??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naaaa! Proposta troppo intelligente! (e purtroppo poco attuabile. La zona disoccupata ha solo un computer e noi siamo tanti...)

      Elimina
  2. Come sabotare la macchina della preside oppure offrirle una bella cioccolata calda debitamente rinforzata con il caro e vecchio Guttalax,protagonista di tante imprese di noi diversamente adolescenti.Non bisogna provare pena per il capo che vessa i sottoposti ma agire d'astuzia per metterlo fuori uso.Vendetta,tremenda vendetta!!! Ve lo dice una che sta provando sulla propria pelle quanto certe poltrone cambiano la sostanza delle persone.Sostanza sempre naturale,per carità,ma decisamente sgradevole e maleodorante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio Dio! E io che pensavo ad innocue proposte x impiegare il tempo...tipo una lettura integrale a voce alta della Divina Commedia!

      Elimina
  3. Sei veramente inguaribile...Dovresti inserire fra le tue citazioni anche il grande Leopardi quando dice:"Godi.."

    RispondiElimina