lunedì 30 giugno 2014

Di cipolle e marmellate...e di generosità




Fra le tante belle cose che devo alla Meravigliosa Vicina ci sono tante buone cose che lei mi porta dai "Mercati Generali", che altro non sono che la sua campagna. L'ultima produzione è stata di splendide cipolle di Tropea che sono arrivate in grande abbondanza e corredate da una spettacolare ricetta. Avevo già avuto modo di gustare la marmellata che lei aveva preparato l'anno scorso, ma, siccome lei è una perfezionista, non era soddisfatta del pur ottimo risultato e ha continuato a sperimentare finché, secondo me, ha raggiunto la perfezione.
...E non solo mi ha portato un bel vasetto...ma mi ha dato la ricetta definitiva che io ho già personalmente sperimentato e che, col suo permesso, metto a vostra disposizione. 
Ulteriore testimonianza della sua generosità. 
Grazie, Francesca!


MARMELLATA DI CIPOLLE ROSSE DI FRANCESCA


Ingredienti:
1.600 kg di cipolle rosse di Tropea (produz. biologica)
480 gr zucchero
40 ml whiskey
400 ml aceto bianco
1.5 cucchiaino di sale
4 chiodi di garofano



Preparazione:

Mondare le cipolle, lavarle ed affettarle, in senso verticale, più sottilmente possibile. (Io che non sono paziente ho utilizzato il Bimby, 5 sec, vel. 5. Così non ho pianto, ih, ih!)



Unire  lo zucchero, il sale, il liquore, i chiodi di garofano, e mescolare bene. Successivamente procedere con la cottura, a fiamma vivace, mescolando di tanto in tanto. 

Dopo 40 minuti, iniziare ad aggiungere l’aceto, un po’ alla volta (nell’arco di 10 min. tutto), per non far perdere il bollore (oppure tutto insieme dopo averlo portato quasi ad ebollizione...ve l'ho detto che non sono paziente!).



Dopo 60-65 minuti la marmellata dovrebbe essere pronta.

Fare la prova del piattino ricordandosi di non addensare molto perché, con il tempo, la marmellata tenderà  ad asciugarsi un po’ quindi, se rimane un po’ più liquida delle altre marmellate, va bene. Togliere i chiodi di garofano ed invasare subito. Capovolgere i vasetti fino al totale raffreddamento.



N.B. Sterilizzare i vasi in acqua bollente, in microonde o forno tradizionale.

Prima di iniziare la cottura, bagnare tutti i vasetti con l'whiskey, mettere il tappo e capovolgere.

Naturalmente  eliminare il liquore in eccesso prima di mettere la marmellata. 

E' ottima per accompagnare le carni e i formaggi piccanti, ma anche spalmata su crostini e quadrotti di pasta sfoglia.
Nuove ricette sono in fase di elaborazione.
...alla prossima puntata!


Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina”